“Su di noi nemmeno una nuvola, su di noi l’amore è una favola” canta il pubblico del Volkshaus davanti al palco dove si sta esibendo un energico Enzo Ghinazzi in arte Pupo. Ed è proprio una favola quella che vivono i suoi fans accorsi per rivederlo dopo tanti anni in Svizzera: anni in cui Pupo non si è mai fermato dimostrando di essere un artista eclettico che si è adattato-con successo- ai ruoli di cantante, scrittore, presentatore, doppiatore e opinionista tra palchi e studi televisivi. Nemmeno una nuvola? Si, le nubi temporalesche le ha vissute Pupo nella sua carriera. E lo ammette, con un pizzico di ironia, anche dal palco del Volkshaus con il risultato di essere ancora piu’ apprezzato per la sincerità con cui si presenta in sala. Si parla di tanti anni di successi, degli anni 80, certo, ma anche di canzoni piu’ attuali e siginificative per l’autore come “Porno contro amore”. Pupo, con alle spalle tante foto della sua carriera che lo immortalano con amici e artisti che lo hanno accompagnato in tutto questo tempo, diventa per il pubblico un traghettatore che da “ciao” a “Santa Maria Novella” a “Gelato al cioccolato” e alla celeberrima “Su di noi” dei nostri tempi fa viaggiare nel tempo i suoi fans riscaldando  il cuore dei tanti italiani seduti tra le file di un teatro completamente sold out.